Il Dono Vanity Fair

Non chiamatele solo extensions: dietro il sogno di capelli folti e voluminosi, ci sono un’offerta sacra, un lungo viaggio, il sostegno all’autostima e infine, forse, un red carpet. Perché non ci pensa la natura, ci pensa qualcun altro.

Questa l’introduzione dell’articolo in edicola su Vanity Fair il 12 giugno 2019 nel quale la giornalista Valentina De Bernardi, approfondisce la storia di Great Lengths Universal, i valori etici dell’origine delle extension e perché le extensions non debbano essere unicamente sinonimo di allungamento dei capelli.

Nell’intervista Fabio Antonino, CEO Great Lengths Universal afferma: Sbagliamo a pensare che si tratti solo di lunghezza. Aggiungere ciocche significa aumentare il volume dei capelli, arricchirli, creare una criniera da leonessa e quindi rinforzare il potere femminile di una donna soprattutto con il passere degli anni quando il numero dei capelli diminuisce.

Amal Clooney, Celine Dion, Jennifer Lopez e il cantante degli Aerosmith Steven Tyler, noti frequentatori del red carpet, utilizzano le extensions Great Lengths.

Pin It on Pinterest

Share This